StefanoLaguardia.eu

[Linux Games] BZFlag. La guerra dei carri armati in multiplayer su Linux (parte 1)

BZFlag è sicuramente uno dei giochi open source maggiormente apprezzati. Si tratta di un titolo multipiattaforma (si può scaricare la versione per diversi sistemi operativi, tra cui anche Linux) che permette di giocare online o in multiplayer all’interno di una LAN ad una battaglia di carri armati. In questo primo articolo vi mostrerò il funzionamento del gioco, mentre in una successiva occasione vi mostrerò come allestire il vostro server personale da pubblicare su Internet o da utilizzare all’interno della vostra LAN per giocare in multiplayer con i computer che avete a casa. I requisiti hardware non sono particolarmente elevati, ma avere una buona scheda video è sempre meglio. Inoltre, nel gioco su Internet è indispensabile avere una linea ADSL e possibilmente un ping basso. Nel resto dell’articolo vi parlerò di come installare il gioco e di come iniziare a giocare.

  • Installazione di BZFlag

Esistono due metodi di installazione di BZFlag. Il primo (consigliato) richiede l’uso del gestore pacchetti della vostra distribuzione Linux. Nel 99% dei casi è possibile installare utilizzando i classici apt-get, yum, emerge, etc.. Nel caso in cui BZFlag non fosse disponibile per la vostra distribuzione, sarete costretti a compilare il gioco scaricando i sorgenti dal sito ufficiale. Nel mio caso provvederò ad installare il gioco su una Debian Unstable e, dunque, mi sarà sufficiente digitare il seguente comando:

# apt-get install bzflag

Con il comando digitato verrà installato il gioco senza le estensioni per allestire un server. Per quest’ultimo caso vi parlerò di come procedere nel prossimo articolo dedicato a BZFlag.

Dopo aver installato il gioco, possiamo immediatamente avviarlo oppure possiamo prima procedere con la registrazione di uno nostro profilo (definita callsign) sul sito di BZFlag. La registrazione al sito, come avrete intuito, non è un requisito indispensabile, tuttavia, vi apre la possibilità di registrare un vostro nome di battaglia per l’online gaming, facendo in modo che lo stesso non possa essere utilizzato da nessun altro, vi sarà possibile registrare il vostro server in maniera ufficiale, vi consentirà di scrivere sul forum del sito di BZFlag, vi consentirà di entrare a far parte di gruppi e squadre ed infine vi consentirà di avere accesso ai server ufficiali che richiedono la registrazione. Il mio consiglio è quello di registrarvi se il gioco vi piace e se avete intenzione di divertirvi con altre persone in giro per il mondo 🙂

  • Primo avvio del gioco e struttura del menu principale

Su Debian Unstable dopo aver installato BZFlag con apt-get non viene inserito nessun richiamo al gioco nell’apposito menu delle applicazioni. Dunque, per avviarlo, possiamo aprire un terminale e digitare “bzflag” oppure lanciare l’esecutore dei comandi tramite la pressione dei tasti “Alt+F2” e digitare nella riga di comando il solito “bzflag”. Ecco come appare il gioco subito dopo averlo avviato:

BZFlag main menu

(clic per ingrandire)

Di particolare importanza è la sezione relativa ai settings. Prima di iniziare a giocare per la prima volta è opportuno configurare i comandi per muovere il carro armato ed utilizzarlo ed, altresì, configurare tutte le opzioni relative alla grafica (risoluzione, effetti attivi, etc.) per fare in modo che il gioco sia fluido. Tenete presente che con la mia scheda grafica Nvidia 8400 GS con installati i drivers proprietari Nvidia riesco a giocare al massimo della risoluzione consentita dal mio schermo (1440×900) e con tutti gli effetti video abilitati senza alcun problema di fluidità.

Il passo successivo sarà quello di accedere ad uno dei server che ospiterà il gioco di squadra. Prima di procedere con il mostrarvi l’accesso al server ed al gioco vero e proprio, voglio spendere alcune parole sulle modalità di gioco previste.

  • Le modalità di gioco

Come vi avevo detto poc’anzi, BZFlag è un gioco di squadra ed esistono svariate modalità per divertirsi. Partiamo innanzitutto dal constatare che nella maggior parte dei casi, essendo questo un gioco di squadra, non vi sarà consentito sparare sui carrarmati facenti parte del vostro gruppo tranne in una modalità particolare che vi spiegherò dopo 🙂 Detto questo, andiamo oltre e vediamo quali sono, appunto, le varie modalità di gioco.

La modalità standard è definita “Free for all“, spesso abbreviata in FFA. In questo caso l’obiettivo è quello di distruggere quanti più carri armati della squadra avversaria senza perdere quelli del nostro team. Ovviamente, per distruggere gli avversari bisogna sparare contro di essi.

Una seconda modalità viene definita “Capture the flag” e consiste nel collezionare le bandiere della squadra avversaria e portarle nella propria base senza perdere le proprie. Anche in questo caso è possibile distruggere i carri armati delle squadre avversarie sparando.

Una terza modalità viene definita “Rabbit Hunt” ed in questo caso uno dei giocatori possiede un carro armato bianco (Rabbit tank) che deve sfuggire a tutti gli altri giocatori che possiedono un carro armato arancione (Hunter tank). Per catturare il coniglio bianco sarà sufficiente sparargli, ma attenzione, perchè se lo colpite diventerete voi il coniglio bianco che deve fuggire!

Esiste, poi, una quarta modalità di gioco (definita Non-standard Teams) che si inserisce in un’altra delle modalità di gioco elencate (usualmente nella modalità Free For All ed eccezionalmente nella modalità Capture the flag) dove esiste un Rogue Team, ossia un team che possiede dei carri armati di colore nero (Rogue tanks – gialli sulle mappe del radar) ai quali è consentito sparare sui propri compagni di squadra e guadagnare punti per questa azione.

Prima di andare oltre, è opportuno avere alcune informazioni sulle bandiere. Ne esistono di 4 tipi. Il primo è quello con le bandiere che hanno il colore dei team. Queste ultime sono le bandiere che dovrete catturare o difendere, a seconda del colore appartenente al vostro team o ai team avversari. Un secondo tipo di bandiere è quello definito “superflags” e che, se catturate, aumentano la potenza del vostro carro armato ad esempio con nuove e più potenti armi. Un terzo tipo di bandiere (bad flags) è quello che limita le funzioni del vostro strumento di guerra ad esempio non permettendovi di saltare, obbligandovi a girare solo a sinistra e simili. Un quarto ed ultimo tipo di bandiere (antidote flags) è quello che vi permette di “curare” il carro armato dalle limitazioni imposte dalle bandiere “bad”.

  • Accesso ad un server ed entrata nel gioco

Dopo avervi spiegato alcuni aspetti del gioco molto utili, vediamo come effettuare l’accesso al gioco vero e proprio. Dopo aver avviato il gioco, occorre accedere al menu “Join Game” e ci ritroveremo di fronte ad una schermata come questa:

BZFlag join game menu

Come è facile intuire, dobbiamo cliccare sul pulsante “Find Server” in modo da scaricare la lista dei server attivi e sceglierne uno in base al tipo di gioco che vogliamo fare, a quante squadre si sono già formate, a quanti giocatori sono presenti, etc.. Ecco come si presenta la lista dei server dopo aver cliccato su “Find Server”:

BZFlag server list

Dalla schermata precedente, dopo aver selezionato il server sul quale ci interessa giocare, ritorneremo alla schermata precedente dove dovremo selezionare “Connect”:

BZFla server selected

A questo punto non ci resta che selezionare il pulsante Connect ed accedere al gioco prescelto:

BZFlag in game

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter per ricevere altri aggiornamenti dal sito:


 

6 Responses

  1. upnews.it says:

    [Linux Games] BZFlag. La guerra dei carri armati in multiplayer su Linux (parte 1)…

    BZFlag è sicuramente uno dei giochi open source maggiormente apprezzati. Si tratta di un titolo multipiattaforma (si può scaricare la versione per diversi sistemi operativi, tra cui anche Linux) che permette di giocare online o in multiplayer all’i…

  2. diggita.it says:

    [Linux Games] BZFlag. La guerra dei carri armati in multiplayer su Linux (parte 1)…

    BZFlag è sicuramente uno dei giochi open source maggiormente apprezzati. Si tratta di un titolo multipiattaforma (si può scaricare la versione per diversi sistemi operativi, tra cui anche Linux) che permette di giocare online o in multiplayer all’i…

  3. [Linux Games] BZFlag. La guerra dei carri armati in multiplayer su Linux (par…

    BZFlag è sicuramente uno dei giochi open source maggiormente apprezzati. Si tratta di un titolo multipiattaforma (si può scaricare la versione per diversi sistemi operativi, tra cui anche Linux) che permette di giocare online o in multiplayer all’i…

  4. […] eccoci qui ad allestire un server tutto nostro per il gioco BZFlag di cui vi avevo parlato nel precedente articolo. Innanzitutto, procediamo con l’installazione del server di bzflag con il solito […]

  5. Paolo Baruffini says:

    Ottimo articolo. Ti ho linkato su facebook nel gruppo BZFLAG ITALIA, nato da appena qualche ora 🙂

    Se sei contrario al “linkaggio” fammelo sapere che provvedo.

    Paolo

  6. stefano says:

    @ Paolo Baruffini:
    Sono contento che reputi che l’articolo sia ben fatto! Va benissimo il link, non sono contrario 😉

    Ciao,
    Stefano

Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.