StefanoLaguardia.eu

[Linux multimedia] Creare agevolmente DVD partendo da qualsiasi formato video grazie a DeVeDe

Il software di multimedialità del quale vi parlo oggi è un’altra di quelle chicche che ci possono far dimenticare le difficoltà di passaggio da altri sistemi operativi verso linux. Oggi parliamo di DeVeDe, un software che consente di creare DVD video, con tanto di menu, partendo da un qualsiasi formato che sia supportato dal lettore multimediale Mplayer (del quale vi parlerò presto).

Procediamo con l’installazione di DeVeDe con il solito apt-get:

# apt-get install devede

Nel mio caso, sulla debian testing del mio portatile, ho dovuto anche installare il software per la creazione delle immagini ISO dal nome “mkisofs”:

# apt-get install mkisofs

A questo punto saremo pronti per lanciare DeVeDe dal menu “Applicazioni –> Audio e Video –> DeVeDe”. Al primo avvio ci apparirà questa schermata:

devede main program

Come è agevole constatare il programma di cui trattasi ci domanda innanzitutto cosa intendiamo creare: 1) un DVD video; 2) un videoCD; 3) un Super VideoCD; 4) un CVD; 5) un DivX/Mpeg4. Sui vari formati video non mi soffermo in quanto esulano da questa piccola guida. L’unico dato che vi posso fornire riguarda il fatto che le differenze tra i vari formati si rinvengono nella risoluzione del video finale e nello spazio su disco occupato.

Nel mio caso, volendo effettuare l’operazione citata nel titolo di questo articolo, selezionerò il pulsante per la creazione del dvd video. A questo punto si aprirà questa finestra:

devede main menu dvd video creazione

E’ piuttosto agevole notare che la finestra principale del programma è suddivisa in “parti”. In alto ci sono due riquadri con relativi pulsanti in calce. Nel riquadro di sinistra, definito “Titoli”, è possibile inserire i capitoli (o titoli, appunto) del nostro futuro DVD. Tenete presente che possiamo inserire un video per ogni capitolo e, dunque, se stiamo creando un dvd partendo da un DivX o da un filmato acquisito dalla nostra videocamera, sarebbe bene suddividere il filmato iniziale in più parti. Per fare questo ci possiamo servire di un altro software del quale vi parlerò in un altro articolo. Continuando, se vogliamo inserire un nuovo capitolo, oltre al singolo Titolo presente di default all’avvio di DeVeDe, sarà sufficiente cliccare sul pulsante “+ Aggiungi” in calce al riquadro dei titoli. Inoltre, possiamo anche procedere alla modifica del nome del titolo cliccando sul pulsante “Proprietà” che, tralaltro, ci consentirà di stabilire cosa dovrà fare il nostro lettore quando arriverà al termine del video del relativo titolo:

devede menu proprietà titolo

Procedendo nell’analisi della finestra principale, nella parte destra in alto, c’è un altro riquadro definito “Files”. Anche in questo caso, come in precedenza, abbiamo una serie di pulsanti in calce ed è qui che posizioneremo i files video che andranno a far parte dei nostri vari capitoli. Dunque, dopo aver selezionato nella parte sinistra della finestra principale di DeVeDe il Titolo nel quale vogliamo inserire il video, procediamo con la pressione del pulsante “Aggiungi” posta sotto al riquadro dei files. Il risultato sarà l’apertura di una finestra come quella che vi mostro:

devede aggiungere video

Per caricare un nuovo video dobbiamo selezionare il quadrato posto accanto alla scritta “(nessuno)” del riquadro “File”. Da questo momento in poi possiamo agire su alcune delle proprietà del filmato caricato. Possiamo, infatti, stabilire se il formato video in uscita dovrà rispettare gli standard PAL/SECAM (formato Europeo) o NTSC, possiamo inserire o rimuovere eventuali sottotitoli, possiamo ancora agire sulle opzioni avanzate per stabilire se il filmato sarà in 4:3 o 16:9 e cosa fare se il video originale è in un formato diverso (tagliare gli spazi in eccesso, adattare l’immagine, riempire i vuoti con bande nere), possiamo far avviare l’audio in ritardo rispetto al video originale. Insomma, l’editing di creazione del dvd è davvero molto completo, basta solo impiegare qualche minuto a sfogliare le varie opzioni del menu avanzato 🙂

Terminata la fase di inserimento del video originale, possiamo premere il pulsante “OK” e ritornare nella finestra principale di DeVeDe. Continuiamo perciò nella sua analisi concentrandoci sull’azione che il software dovrà svolgere dopo e durante l’elaborazione del nostro DVD video. Abbiamo 3 possibilità in questo caso: 1) convertire i files in formato MPEG; 2) creare la struttura del disco; 3) creare un’immagine ISO del dvd video in modo da poterla masterizzare subito dopo l’elaborazione dei dati da parte di DeVeDe. E’ preferibile iniziare ad usare la seconda opzione per prendere familiarità con il software e per vedere se il lavoro svolto è quello che ci aspettavamo. Infatti, creando la struttura del disco, possiamo aprire i singoli capitoli con il nostro player multimediale preferito e verificarli. Successivamente, tramite un software di masterizzazione, possiamo procedere con la masterizzazione finale del disco.

Terminata anche quest’ultima fase descritta, possiamo avviare l’elaborazione dei dati cliccando sul pulsante “Avanti”.

Sicuramente non ho trattato tutti gli aspetti di DeVeDe in maniera approfondita, ma questa è l’ennesima buona occasione per mostrarvi tutta la potenza dei software completamente gratuiti da utilizzare con GNU/Linux. Non vi resta che testare DeVeDe da soli e se avete dubbi lasciate un commento 🙂

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su questo blog:


 

8 Responses

  1. diggita.it says:

    [Linux multimedia] Creare agevolmente DVD partendo da qualsiasi formato video grazie a DeVeDe…

    Il software di multimedialità del quale vi parlo oggi è un’altra di quelle chicche che ci possono far dimenticare le difficoltà di passaggio da altri sistemi operativi verso linux. Oggi parliamo di DeVeDe, un software che consente di creare DVD vi…

  2. [Linux multimedia] Creare agevolmente DVD partendo da qualsiasi formato video…

    Il software di multimedialità del quale vi parlo oggi è un’altra di quelle chicche che ci possono far dimenticare le difficoltà di passaggio da altri sistemi operativi verso linux. Oggi parliamo di DeVeDe, un software che consente di creare DVD vi…

  3. [Linux multimedia] Creare agevolmente DVD partendo da qualsiasi formato video grazie a DeVeDe…

    Il software di multimedialità del quale vi parlo oggi è un’altra di quelle chicche che ci possono far dimenticare le difficoltà di passaggio da altri sistemi operativi verso linux. Oggi parliamo di DeVeDe, un software che consente di creare DVD vi…

  4. MARIO says:

    Scusami ma non sono un esperto e non ho un sito web. Sono anche un po’ “vecchio” (50 anni) e sono nonno, ma questa è un’altra storia. Volevo solo chiederti se Devede in italiano esiste solo per linux. Io ho un computer con win7 e ho scaricato la versione Devede 3.16.9 in inglese (non trovo opzioni in italiano) da Winmagazin. Avrei anche una seconda domanda da farti, ho effettuato la conversione da DVD a DviX ma non funziona in “avanti o indietro veloce” si insomma 2x 4x ed e una scocciatura perchè se devo fermare il film lo devo rivedere dall’inizio. Ho saltato qualche opzione? ho è perchè l’ho caricato su una kiavetta USB invece di masterizzarlo? mah!! la vita e piena di misteri.
    Scusami per il tempo che ti ho portato via.
    Complimenti per le spiegazioni e per il sito.
    Ti ringrazio.
    Mario

  5. stefano says:

    @ MARIO:
    Ciao MArio e complimenti 🙂

    Da una ricerca molto sommaria non ho trovato DeVeDe in italiano per Windows. Onestamente però ci sarebbe da approfondire… io non uso Windows e quindi di più non so dirti 🙂

    Per quanto riguarda la conversione in DivX e l’esplorazione a velocità maggiore del file, prova a copiare il file divx dalla chiavetta USB all’hard disk del computer per vedere se il tuo problema permane. Anche in tal caso, non mi è mai capitato di riscontrare una simile difficoltà 🙂

    Grazie per il contatto!
    Buona giornata,
    Stefano

  6. MARIO says:

    Ciao Stefano,
    Grazie per la sollecitudine nella risposta e per la ricerca del programma in italiano per windows.
    Comunque dopo varie prove il problema è quasi risolto. Prima però volevo spiegare i passaggi che effettuo per fare un DivX e allora forse saprai darmi una soluzione per settare il programma per ottenere la migliore risoluzione video.
    I file li copiavo già sull’hardisc e solo in una fase successiva li passavo nella chiavetta usb e cioè dopo averli uniti tra loro con AVIDEMUX.
    Devede, nel caso specifico, mi ha creato 5 file che ho unito tra loro e l’opzione avanti e indietro non funzionava, ma facendo varie prove ho scoperto che unendo solo due o tre file riuscivo ad usare la funzione avanti e indietro 2x 4x 8x ma il file era inferiore ai 2 giga. Nel momento in cui univo tutti e 5 i file questa opzione veniva inibita e il file però era oltre i 2 Giga. Quindi penso che il problema sia nella dimensione finale del file.
    A questo punto ho provato a fare una conversione con il settaggio 358×288 e pensavo di vedere un francobollo sulla mia tv (ho un 50 pollici) ma con mia sorpresa il fimato si vede in 16:9, audio AC3 6 canali (ma la qualità video e pittosto scadente) il file così creato pesa (non so se è il termine esatto) 979 MB. In questo momento, che sto scrivendo, sto provando con il settaggio 480×576 chissa’ che uscirà! ti farò sapere. Comunque quello che non capisco di Devede è che ad un certo punto su “opzioni avanzate” trovo dei settaggi che proprio non capisco, non so a che servono del tipo “ffmpeg” ????
    Sapresti dirmi coso sono queste opzioni avanzate, a che servono?
    Non so se sono stato abbastanza bravo nel confonderti completamente le idee 🙂
    Ti ringrazio.
    E se decidi di non rispondermi ti capisco “inutile perdere tempo”
    Ciao e Grazie ancora per la tua pazienza.
    Mario

  7. Stefano says:

    @ MARIO:
    scusa la telegraficità della risposta… non è perchè non ho voglia di scrivere ma perchè ho pochissimo tempo :=)

    Probabilmente il problema del riavvolgimento veloce è legato al formato video che usi. Non escluderei che sia colpa di avidemux e dei suoi codec 🙂 Se segui la mia guida su avidemux ad un certo punto parlo dell’opzione “Copia” del video.. magari prva a selezionare un codice tipo XviD per capire cosa succede 🙂 In ogni caso usando le opzioni di copia dovresti riuscire anche a ridurre sensibilmente la grandezza dei file (in termin di spazio occupato) senza alterare le dimensioni video. QUelle che hai usato (358×288 e 480×576) sono decisamente troppo piccole per un televisore a 50 pollici 🙂

    Per quanto riguarda il settaggio FFmpeg, quest’ultimo è un software che serve per convertire il segnale audio/video in formati diversi e – generalmente – compressi…. forse se provi ad usarlo puoi risparmiarti di usare avidemux per unire i files 😉

    L’importante è provare, provare, provare. “smanettare” sui software vale più di qualsiasi guida 🙂

    Buon testing ed happy hacking!

    Stefano

  8. MARIO says:

    Ciao Stefano
    Grazie mille per la risposta. Farò tesoro dei tuoi consigli.
    Mario

Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.