StefanoLaguardia.eu

[Linux Admin] Aria2, un download così veloce non si era mai visto

Il software del quale voglio parlarvi oggi è dedicato a tutti coloro che sono soliti scaricare molto e che hanno bisogno di velocizzare al massimo il download sul proprio computer. Se a ciò aggiungiamo l’essere soliti usare la linea di comando per procedere con lo scaricamento di qualsiasi “cosa”, allora il software che fa per voi si chiama aria2.

D’accordo, direte voi, ma io non ho bisogno di un altro software da linea di comando per scaricare… uso già wget. Ebbene, aria2 è allo stesso tempo qualcosa di diverso e di più complesso rispetto a wget. Infatti, se con quest’ultimo possiamo scaricare di tutto tramite i protocolli HTTP, HTTPS e FTP, con aria2 aggiungiamo la possibilità di scaricare anche dal protocollo BitTorrent e da quello Metalink (del quale vi parlerò in un prossimo articolo). Ancora,  avremo la possibilità di effettuare un download spezzettato, da più fonti contemporaneamente, scaricare un sinolo file da diversi protocolli contemporaneamente (pensate ad esempio al download di un unico file iso da bittorent e da http nello stesso momento!). Insomma, le funzioni che ci vengono fornite da aria2 sono davvero molto interessanti e soprattutto avremo la possibilità di sfruttare al massimo la banda in download che ci mette a disposizione il nostro provider adsl.

Vediamo, dunque, qualche esempio di uso di aria2, ma prima procediamo con la sua installazione. Aria2 è disponibilie sia per Ubuntu che per Debian nei repositorie ufficiali, quindi per installarlo possiamo utilizzare la solita linea di comando:

# apt-get install aria2

A questo punto siamo pronti per iniziare ad usare aria2 che si invoca, da shell, con il comando aria2c seguito da un’eventuale opzione e dal link al file da scaricare, sia esso un file diretto (esempio una iso) oppure un file .torrent o .metalink. Supponendo di voler scaricare un’immagine .iso di una debian testing, il modo più semplice di usare aria2c sarebbe il seguente:

$ aria2c http://cdimage.debian.org/cdimage/weekly-builds/i386/iso-cd/debian-testing-i386-CD-1.iso
[#1 SIZE:5.7MiB/646.9MiB(0%) CN:5 SPD:586.04KiB/s ETA:18m40s]

La parte riportata in grassetto è l’output del software che indica tutti i dati del download. Se per caso volessimo interrompere lo scaricamento, sarebbe sufficiente premere ctrl+c e se volessimo, poi, riprendere lo scaricamento, sarebbe sufficiente rilanciare il comando di download nella stessa directory dove abbiamo iniziato a scaricare in precedenza la iso.

Ma vediamo qualcuna delle opzioni che rendono aria2 un software estremamente potente e versatile…

  • Riparazione dei download danneggiati

Questa possibilità ci è fornita SOLO per il download di files da protocollo bittorent o metalink. Per utilizzarla è sufficente digitare il comando come segue:

$ aria2c -M file.metalink –check-integrity=true (esempio per file .metalink)
$ aria2c -T file.torrent –check-integrity=true (esempio per file .torrent)

  • Download con URL parametrizzati

Facciamo solo un paio di esempi per poi rimandarvi alle pagine di manuale di questo fantastico software. Se volessimo scaricare lo stesso file da diversi server contemporaneamente, dovremmo utilizzare il seguente comando:

$ aria2c -P ‘http://{host1,host2,host3}/file.iso’

Ancora, se volessimo scaricare i files che terminano con una sequenza da 1 a 10 nel loro nome (esempio: file1.txt, file2.txt, file3.txt, etc), potremmo usare questo comando:

$ aria2c -Z -P ‘http://host/file[00-10].txt’

Per tutte le altre tantissime opzioni a disposizione, vi rimando alle pagine di manuale di aria2c. Sono sicuro che resterete molto soddisfatti da questo software. Anche nella gestione dei torrent è davvero ben realizzato ed abbiamo la possibilità di stabilire una serie di parametri come la velocità massima in upload, in download, lo share ratio da raggiungere ed altre utilissime opzioni. Ci tengo molto a sottolineare l’uso di aria2c per i file torrent perchè in questo modo possiamo finlamente aggiungere funzionalità aggiuntive di download anche sui nostri server privi di interfaccia grafica 😉

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli pubblicati su questo blog:


 

Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.