StefanoLaguardia.eu

emule

P2P sicuro: abilitare il filtraggio degli IP su aMule 2.2.1

Quando si usano software che consentono lo scambio dei files via Internet, come appunto aMule, sarebbe opportuno evitare di effettuare connessioni verso computer che risiedono, ad esempio, negli enti pubblici. Infatti, spesso accade che, a nostra insaputa, il computer su Internet verso il quale il nostro software di peer-to-peer si connette per trasmettere o ricevere files è sotto controllo o facilmente controllabile. Addirittura in alcuni casi esistono dei veri e propri server spia che controllano i files che stiamo condividendo e che sono pronti a memorizzare le nostre attività negli ambienti dello scambio files. Non è molto risalente nel tempo la notizia dell’accensione di alcuni server per emule dedicati, appunto, al logging delle attività degli ignari condivisori di files.

Continue Reading

E' uscito aMule 2.2.1!

Era stato annunciato molti mesi fa. Il team di sviluppo di amule, il più famoso software per P2P che gira su GNU/Linux, ci stava lavorando da parecchio e finalmente questo progetto, derivato dal più famoso Emule, è stato reso pubblico nella tanto attesa versione 2.2.1. La precedente versione stabile era la 2.1.3 ed aveva accumulato un gap abbastanza imbarazzante rispetto al cugino emule. Mancavano molte funzioni ormai indispensabili come quella di offuscamento del protocollo o il supporto ai files più grandi di 2 gigabyte, ma ormai anche gli utenti di Linux possono godere appieno del più noto sistema di P2P nel mondo. In precedenza, chi voleva utilizzare tutte le features più nuove introdotte anche in Emule, doveva necessariamente compilare i sorgenti messi a disposizione con il CVS o utilizzare i pacchetti .deb o .rpm messi a disposizione da volontari che non facevano parte del progetto ufficiale.

Continue Reading