StefanoLaguardia.eu

open data

A Senigallia si è parlato di Open Data

Sabato 20 novembre 2010 sono stato invitato al convegno Fammi Sapere organizzato da Informaetica e dal Comue di Senigallia per parlare di Open Data. Come molti di voi sapranno, il tema dell’Open Data, unitamente a quello dell’Open Government, mi appassionano molto. Ho, quindi, accettato con grande entusiasmo l’invito rivoltomi da Marco Scaloni per parlare al convegno di Senigallia.

Continue Reading

Pubblicato il Manifesto per l'Open Government: che la P.A. diventi realmente aperta col contributo dei cittadini!

Il tempo per scrivere sul blog è ormai ridotto ai minimi termini, ma quando nasce un’iniziativa come quella del Manifesto per l’Open Government, non si può restare con le mani in mano. Ho sentito “prudermi le dita” ed ho avvertito la necessità di doverne parlare!Dunque, eccomi qua a farlo e, permettetemi di dirlo, con un grande entusiasmo! Si, perchè secondo me quello del Manifesto pubblicato dall’Associazione Italiana per l’Open Government può essere un vero punto di svolta affinchè l’Open Government diventi finalmente una realtà anche in Italia.

Continue Reading

Liberiamo i dati geografici della P.A. con Openstreetmap!

Il titolo di questo articolo è anche il titolo dell’argomento di cui ho parlato al Barcamp InnovatoriPA 2010 che si è tenuto lo scorso 19 maggio presso la Nuova Fiera di Roma. L’incontro che si è tenuto a Roma è stato a dir poco positivo. Si è respirata un’aria di innovazione e, soprattutto, innovazione nel senso di liberazione dei dati della Pubblica Amministrazione! E così, dopo essermi registrato a partecipare all’evento sull’apposito sito web, ho deciso di provare a dare un contributo cimentandomi in una presentazione di tipo IGNITE avente ad oggetto la liberazione dei dati geografici della P.A. grazie ad OpenStreetMap.

Continue Reading

OpenStreetMap: inizia il passaggio alla nuova licenza ODbL

OpenStreetMap è un progetto ormai molto noto e diffuso. Per chi ancora non lo conoscesse questa è la definizione di Wikipedia: “un progetto collaborativo per creare mappe a contenuto libero usando dati da dispositivi GPS portatili e altre fonti libere”. Con gli amici del Baslug seguiamo il progetto da ormai quasi due anni tentando di contribuire alla crescita di OSM anche in Basilicata, rilevando dati GPS in giro per la regione. Personalmente, però, ho riposto una particolare attenzione agli aspetti giuridici del progetto. Da qui questo post: da ieri, 12 maggio 2010, i nuovi utenti che inizeranno a contribuire ad OpenStreetMap dovranno farlo accettando i termini della licenza ODbL!

Continue Reading